News

Vaccini Covid, perché ai francesi non piace Moderna


banner ad spacer

DOPO AstraZeneca, un altro vaccino diventa vittima della diffidenza dei francesi, l’americano Moderna. Anzi sembra che proprio i problemi legati ad AstraZeneca abbiano fatto del vaccino Moderna una “vittima collaterale”. La spiegazione di quanto sta avvenendo, soprattutto tra gli abitanti della regione di Parigi in Francia, è di Frederic Adnet, medico dell’ospedale Avicenne che si è visto allungare la lista delle persone che hanno rifiutato il vaccino.

 

Astrazeneca, il vaccino che divide l’Europa: limitazioni d’età e restrizioni Paese per Paese


“La gente confonde AstraZeneca e Moderna. Spiegare non serve, ripetiamo a tutti che Moderna è la stessa cosa di Pfizer, funzionano con lo stesso principio, gli RNA sono un pò diversi, ma a livello degli effetti collaterali e dell’efficacia sono esattamente la stessa cosa”, ha spiegato Adnet. La situazione è delicata. I responsabili del più grande ‘vaccinodromo’ di Francia, che accoglierà 10.000 pazienti a settimana, si trovano davanti a un clamoroso squilibrio fra le scelte degli abitanti della regione di Parigi: fra i 6.700 appuntamenti già presi on line per questa settimana, la quasi totalità ha dichiarato di voler essere vaccinata con il Pfizer/BioNTech, mentre centinaia di appuntamenti restano ancora disponibili per il vaccino Moderna, che utilizza l’identica tecnica a mRNA messaggero di Pfizer ed è dichiarato efficace al 90% con buona protezione contro le varianti.

 

E’ difficile comunque per gli esperti capire – dopo la reticenza per AstraZeneca in seguito ai rari casi di trombosi verificati – quella per Moderna: “Non riusciamo a spiegare questa scarsa popolarità di Moderna – dice a Le Parisien Katy Bontinck, assessore alla Sanità della Seine-Saint-Denis, il dipartimento dello Stade de France – forse perché finora è stato meno utilizzato in Francia ed è quindi meno noto”. Rimane l’ipotesi del dottor Adnet, responsabile di uno dei centri di vaccinazione della regione di Parigi: Moderna potrebbe solo essere proprio una vittima di un equivoco che lo associa ad AstraZeneca. “I nomi si assomigliano – azzarda – la gente li confonde”. E mentre si cerca di fare chiarezza, le terapie intensive in  Francia sono al collasso e tutto il paese conta circa 50 mila contagi al giorno.

Fonte: news.google.com

banner ad spacer
Messenger Health Alert
Messenger Health Alert