News

Covid, mascherine obbligatorie? Come funziona nel resto d’Europa


banner ad spacer

Ascolta la versione audio dell’articolo

Mascherina Ffp2 obbligatoria fino al 15 giugno a bordo di tutti i mezzi di trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza (treni, aerei, metropolitane, tram, bus ecc). Ma anche per il tempo libero in cinema e teatri al chiuso, sale da concerto e palazzetti dello sport. Nonché in ospedali e residenze sanitarie per anziani (Rsa), per i lavoratori del settore privato (solo raccomandate invece nel settore pubblico). E in classe fino alla fine dell’anno scolastico. Malgrado l’abolizione del green pass a partire dal 1° maggio, con le sue regole sulle mascherine, l’Italia è tra i maggiori Paesi europei quello con le restrizioni più significative.

In Francia stop mascherina sui mezzi pubblici

La Francia ha eliminato dal 14 marzo sia il «pass vaccinal» (il super green pass) sia l’obbligo di mascherine al chiuso (all’aperto, l’obbligo non c’è più dall’inizio di febbraio) ossia in scuole, cinema, teatri, ristoranti, negozi, supermercati. La mascherina resta obbligatoria solo negli ospedali. Indossarle non è più obbligatorio dal 16 maggio in Francia neppure nei trasporti pubblici.

Da segnalare che il Belgiosi prepara a togliere l’obbligo di mascherina bei trasporti pubblici. Rimarrà solo per gli ospedali.

In Spagna no obbligo mascherine a scuola

Da mercoledì 20 aprile, in Spagna non c’è più l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi (comprese le aule scolastiche), con l’eccezione dei mezzi di trasporto pubblici, degli ospedali, dei centri sanitari e delle residenze per anziani. Inoltre, secondo la normativa del ministero della Salute, sarà facoltà delle singole aziende stabilire se i propri dipendenti dovranno indossarle o meno sul luogo di lavoro, così come i negozi e le catene della grande distribuzione potranno indicare ai clienti se tenerle oppure no.

In Grecia dal 1° giugno stop mascherine al chiuso

In Grecia, l’uso di mascherine al chiuso e i certificati Covid sono stati revocati per il periodo turistico estivo e le autorità prenderanno in considerazione la possibilità di ripristinarle a settembre. In particolare dal 1° maggio fino al 31 agosto, i cittadini non dovranno più presentare la vaccinazione contro il coronavirus per entrare in spazi interni o all’aperto come i ristoranti. E le autorità hanno revocato l’obbligo del Green Pass per entrare nel Paese. Inoltre, dal primo giugno non sarà più obbligatorio indossare le mascherine al chiuso.

Fonte: news.google.com

banner immuni
Messenger Health Alert
Messenger Health Alert